Archivi tag: viaggi

Sia per me sia per te

Scrivo di appartamenti. Perché è questo quello di cui dovremmo scrivere. Quello che succede dentro gli appartamenti. Da dove stai leggendo questo post? Non sei mica su una spiaggia in Costa Rica, amico/a. O se lo sei, devi per forza … Continua a leggere

Pubblicato in riflessioni | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il Nadir e lo Zenit

Il Nadir e lo Zenit – A proposito delle mie parole, del loro effetto e di altre piccole stronzate metafisiche. Quelle parole non erano per te. Erano per quello che rappresentavi o forse per quello che sembravi rappresentare. Pausa. Prendi … Continua a leggere

Pubblicato in riflessioni | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Caleidoscopio e nuvole

Post. un nuovo post. Ehmm…a sì, piove. Aggettivi. Aggettivi dimostrativi. Attento a quei cazzo di aggettivi dimostrativi. Ho mal di testa. Che scrivo con il mal di testa? Fai dei punti. Parti da lì. Un elenco? Non so se è … Continua a leggere

Pubblicato in Oggi, today, heute...iosc, Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

Incazzato da 6000 anni

Ed è in viaggio che pensi a certe cose. Ora che ti lasci un popolo incazzato alle spalle ma in un modo o nell’altro ha votato chi lo ha mandato con la faccia nella merda per vent’anni. È l’agnello che … Continua a leggere

Pubblicato in Oggi, today, heute...iosc | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Stasera voglio…

Voglio contenere moltitudini. Voglio essere mutevole come gli storni in volo. Non voglio più porre attenzione alla coerenza. Voglio che il vento del nord muti le nubi e il mio umore. Voglio che le onde del mare si possano specchiare … Continua a leggere

Pubblicato in Oggi, today, heute...iosc | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 5 commenti

Primavera e altre cazzate

«Pensi che doveva succedere?» «Sì, doveva succedere. Lo sapevamo, no? Io almeno lo sapevo. Hai presente le scintille? O i fuochi d’artificio. Oh che cazzo, trova tu la metafora migliore che nell’ultimo periodo mi sento fiacco a farle. Comunque. Se … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , ,

Altalene, viaggi, giostre, treni, deliri e cottilon

E’ un tavolino. Un tavolino di un bar non utilizzato. Nel senso che non è attivo. Ma l’alcool c’è e lo sgraffigno impunemente. La struttura è vuota. Questo grande recipiente di cultura tace silenzioso. Blog, come cazzo si scrive bene … Continua a leggere

Pubblicato in Oggi, today, heute...iosc | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento