Archivi tag: tevere

Mio dolce, fottutissimo, ottobre

E niente, qui ottobre ha abbassato la saracinesca, ha buttato per strada un paio di ragazzini vestiti da diavolo e se ne è andato via. Giusto il tempo di lasciare un tramonto rosso sangue come il filo di rossetto che … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Piove, piove

No ti prego, non fare battute del cazzo. Sulla pioggia, su luglio, su novembre. Non ho voglia di sentirle con le gocce che come lacrime sulla pelle vengono giù. Sai, il cielo del mio 29 luglio è rosso alle 23.50. … Continua a leggere

Pubblicato in Oggi, today, heute...iosc, Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Scie ed orizzonti

Scritto il 17 dicembre 2013 – Ponte della Scienza Vuoi sapere cosa vedo in questo momento? Un aereo, un aereo che scende verso la linea dell’orizzonte. Sono le 16.48 e lì c’è già il tramonto. La sua coda di vapore … Continua a leggere

Pubblicato in riflessioni | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Fight the break of dawn

Chi non muore… e sì, scusami. E’ stato un periodo strano. All’inizio ho scritto tanto e dovevo incanalare energie e stronzate da quell’altra parte. Lo so che non sei geloso. Poi sono tornato a Roma e negli ultimi giorni non … Continua a leggere

Pubblicato in riflessioni | Contrassegnato , , , , , , , | 2 commenti

Il prato vicino al fiume

(La canzone si addice abbastanza. Magari fate scorrere i primi due minuti e iniziate a leggere. Ma come sempre su questo blog vige l’antico brocardo latino: “Fate un po’ come cazzo vi pare”) I larghi prati ai fianchi dei fiumi … Continua a leggere

Pubblicato in racconti | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti