Questo blog era un attimo in giro.

Automat-Tavola-calda-quadro-Hopper-2

E quindi qui le cose sono andate avanti senza di me? Vedo che pochi giorni fa ci sono stati 5 visitatori per una cinquantina di visualizzazioni. Su dai, che cazzo volete? Qual è il vostro problema? Come avete trovato questa piattaforma a largo di Kepler o Tannhauser? Mah. Io pensavo che le cose fossero cambiate in questi anni. Non scrivo dal 2015. Eppure, evidentemente, quello spirito sublime e di merda che spinge tanti deficienti come me, dal più incapace al più talentuoso, a mettere le mani sulla tastiera è ancora forte e attorcigliato intorno alle nostre vite. Ad esempio questo pezzo è per chi in passato ha lanciato nei server dei siti americani le sue foto. Le foto di questa persona avevano sorrisi a metà. A metà perché per qualche strano motivo psicoanalitico, nell’inquadratura veniva sempre un volto a metà. Che se volete una spiegazione ve la do. Questo blog, più o meno, nasce per lo stesso motivo. Perché di fronte, l’uno all’altro/a, abbiamo sempre un agglomerato di molecole, atomi e particelle che vi passa solo una parte delle informazioni. Ci nascondiamo. Io lanciavo qui bombe termonucleari nell’etere, che esplodevano lontane da tutto e tutti. E tante altre sono esplose su pianeti che nemmeno Hubble ha mai intravisto. Anche quei selfie a metà, con mezza carica esplosiva, sono esplosi lontani da tutti e tutto. Nessuno ha sentito quel rumore. Ma l’esplosione c’è stata e ha fatto danni. Qualcuna di queste, a volte fa bene. alcune di queste esplosioni (mi assumo la responsabilità di quello che dico) sono proprio necessarie e dovremmo farcele esplodere in mano.

Io queste esplosioni le voglio. Sono in guerra, da volontario. Voglio fare danni enormi a me stesso, agli altri e al mondo. Non c’è da avere paura. Ma tu che leggi devi sapere che prima o poi qualche bomba a mano dovrai lanciarla anche tu. Per vedere che succede. Se qualche muro che ti opprime il capo come una corona di spine, magari, può venire giù. Per vedere se le armate nemiche, spaventate dal tuono della deflagrazione, possano scappare via. Devi provare. Tira la linguetta con i denti. Conta fino a cinque, non di più, e lancia. Non so dove e quando esploderà ma da qualche parte qualche danno ci sarà.

Non lo avrei detto blog, ma un po’ mi mancavi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...