Soli

arrivabene

Quello che voglio, blog, è di non farti un discorso triste. Inizio a scriverti alle 02.11. L’ambientazione è molto simile a quelle da cui ti ho già parlato o urlato qualcosa. Il buio oltre i vetri è troppo timido per essere nero e poco sfacciato per essere rosso, solcato dai gas inquinanti.  Nei palazzi accanto le finestre sonnecchiano come al solito. Solo la luce delle scala di un palazzo sulla destra rimane perennemente accesa. Il sottofondo è la solita carezza delle auto sull’asfalto. Nonostante l’ora è continua ma ugualmente dolce e riposante. Io sono ancorato ai tuoi caratteri, avvinghiato con le dita alla tastiera. Accanto, il bicchiere di vino, il solito. Un quadro già visto, blog. Il discorso triste che non volevo farti è che alle 02.18, se decidi di scrivere, sei solo. Sei solo, spesso, nel viale che ti porta a casa. Sei solo nei sogni che ti vedono in luoghi sconosciuti come il viaggiatore silenzioso che non conosce sosta o confine. Sei solo nelle case impolverate dove hai trovato riparo per una notte. Ma non voglio, blog, che sia un problema. Odio quelli che non sanno rimanere soli. Li odio. Qui con quella voce perenne che ha da dire qualcosa e qualcosa e qualcosa e qualcosa io trovo la chiave per decodificare i palazzi di fronte. Le finestre scure tornano ad illuminarsi e i gabbiani ripopolano il cielo. Blog, più passa il tempo e più credo che non ho bisogno di specchiarmi sulla superficie di una pelle accanto a me. Non voglio la mia immagine. Voglio solo capire il senso e il confine dei mie tratti. Solo allora non li confonderò con quelli degli altri. E lineamento dopo lineamento troverò un porto sicuro dove attraccare o frontiera da invadere. Nel frattempo, alle 02.22, la mia compagnia è un bicchiere di rosso quasi vuoto e una pagina fitta di righe nere. Lo spazio bianco vuoto è sparito. Giuro, non solo quello del foglio. Spero che ti abbia fugato ogni dubbio sulla mia tristezza. Se vuoi essere sicuro, non mandarmi gente. Dammi, più che altro, una pianura lontana da solcare come il vento.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...