Incazzato da 6000 anni

barca

Ed è in viaggio che pensi a certe cose. Ora che ti lasci un popolo incazzato alle spalle ma in un modo o nell’altro ha votato chi lo ha mandato con la faccia nella merda per vent’anni. È l’agnello che offre il collo al lupo. Allargando il discorso siamo i contadini che non solo danno la decima al padrone, loro padrone, padrone delle loro esistenze ma si inchinano e fanno inchinare i loro figl. Siamo qui a veder passare quel cavallo da 6000 anni.Siamo qui da 6000 anni. Io sono su questo autobus prima ancora che Mr Pullman se lo inventasse. Accanto a me potrebbe esserci mio padre che scende da Como per tre giorni in quella terra dimenticata da Dio. Starà fuori un altro mese. Io scrivo su questo computer da quando gli egiziani decodificavano il mondo con un paio di geroglifici. Già allora, nelle mie orecchie, risuonavano le note di Aida di Rino Gaetano. Siamo da millenni la ragazza del video di “Quando tornerai dall’estero” di Vasco Brondi che mentre si trucca è già una criminale nelle intenzioni multidimensionali dei signori in cravatta e il volto ben rasato. In un altro mondo eravamo già tutti incazzati e nessuno muoveva un dito. Chi ha assistito alle esecuzioni dei briganti in pubblica piazza, come noi, e che magari ha anche applaudito non merita di imbarcarsi verso stelle migliori e piogge di meteoriti lucenti. Noi, in questa storia, siamo il pubblico che festeggia al suono del capo del balordo che si è rivoltato all’ordine costituito che rimbalza nella cesta. Ci hai mai pensato, blog? Rambo aiutava i talebani. In Palestina, se ti interessa, continuano a morire e ad essere ghettizati. In questo film, siamo i fottutissimi cattivi e a differenza dei pessimi film USA siamo noi cattivi che vinciamo. Di che cazzo ci lamentiamo? L’inferno scenderà per le nostre viscere in maniera più leggera. Oppure, un giorno, non ce ne fregherà niente della pellaccia. E la testa la offriremo volentieri al popolo festante. O come Fra Dolcino faremo solo un lamento mentre gli ortodossi dogmatici fedeli ci strapperanno il pene con un ferro arroventato. Ce la sentiamo? Io, su Escluso il cane, mi sento già più libero. Quasi quasi sono pure meno incazzato mentre le montagne campane finiscono per essere vinte dal panno scuro della notte. Con la luce sul sedile che illumina quella davanti a me che manco la Madonna nelle visioni deliranti di qualche casalinga drogata di solitudine. Non so se innamorarmi o contare i grani di qualche rosario. Sono 6000 anni che ho questo carattere del cazzo. Incazzato e con speranze colorate che neanche i torchi dell’inquisizione sapranno spremere via.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Oggi, today, heute...iosc e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...