Settembre è un calcio nelle palle

settembre

Lo so blog. Lo so. Se tu fossi una donna ora mi terresti il muso. Come sono brave loro a farti sentire in colpa. Magari hanno appena finito di sgozzare tua nonna ma poi inarcano quelle labbra del cazzo e quello cattivo sei di nuovo tu. In questo caso, però, so bene d’essere cattivo per davvero. Non ho scuse anche se espleterò con dovizia la tiritera tipica (“Un uragano, il terremoto, le cavallette, non è stata colpa mia lo giuro su Dio” cit.). La farò durare poco. A luglio, forse lo sai già, ho lavorato sull’isola Tiberina. Lo so, non ti ho detto niente. Nemmeno del fatto che mi sono esibito e tra l’altro il biglietto da visita eri proprio tu. Poi ad agosto il Lucania Film Festival ha sttratto tante energie e la poca sanità mentale rimasta. Tanto stress, qualche calcio di rabbia ai guardrail, un paio d’occhi marroni di cui ho la decenza di non parlarti ma fratello mio saresti uscito pazzo, rosicamenti vari ed eventuali, poesie tornate al mittente dopo che il destinatario, all’ultimo domicilio conosciuto, non si è fatto trovare e tanta, tanta scrittura: piccoli maniaci assassini che mi stanno facendo innamorare, donne succubi di mariti che trovano la loro vendetta e il romanzo, che per quanto poco ho potuto curarlo, mi ha comunque dato soddisfazioni. Potrei aggiungere tante cose. E’ stata un’estate felice. Lo stress del lucania è stato ben ripagato e anche il dopo è stato bellissimo. Ti scrivo oggi, però, perchè agosto è finito e settembre è…come dire… una mazzata nelle palle. Dio mio, ma quanto può essere triste settembre. Con la gente e i suoi problemi, con le donne che vanno ancora di più in confusione, con i miei dubbi che si gonfiano come rospi e mi si posano tutti sul davanzale senza spiccare il volo ( che poi se so rospi che se volano?). Davvero, chiamami quando finisce. Magari scriverò più spesso anche qui. Dura poco questo post. Forse il tempo di sfogarmi e levarmi da dosso questa tristezza del cazzo. O forse il tempo di farti riabituare alle mie cazzate. Ciao blog.

Ok, la scelta musicale non è tipica della casa ma ci sta.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Oggi, today, heute...iosc e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Settembre è un calcio nelle palle

  1. semprevento ha detto:

    Ogni tanto m’affaccio pure io…ripercorro i miei post e trovo il tu faccino e sorrido!
    Sorrido perchè mi sei troppo simpatico….mi fa allegria leggere le tue cose…Hai sempre l’umorismo giusto…anche per me è un gran calcio..solo che le palle non ce l’ho..ma stanno venendo, te l’assicuro!

    Non commento perché con te un c’azzecco mai…se mi pari triste sbaglio …se è un brutto momento mi dici che son solo parole e poi passano!
    Allora ti piglio come sei…allegro anche se le cose non vanno come dovrebbero….
    Mah…posso dirti che la vita è un sentiero strano…mica la capisco sai!
    Ma lasciamo perdere i piagnistei…a che servono? gonfiano gli occhi e fanno brutte… 🙂
    Bon ..ti lascio ai tuoi pensieri..tanto sai dove trovarmi: al mare!
    Bacioni grossissimi..
    vento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...