L’idiozia può essere breve

painting

Mezzanotte e mezza. Ho detto che volevo scrivere post corti. forse è una prova. Che poi magari mi viene fuori il romanzo. Boh. Ho già scritto un post per il nuovo blog: eccolo qui. Come ti avevo anticipato nell’ultimo post ho parlato di Bon Iver. Non so, oltre a questo, se ho qualcosa da dire. In tv chiacchierano. Ormai penso siano almeno 30 anni. Non ne posso più. Volevo provare a leggere qualcosa ma non ho la concentrazione adatta. Non so rimasto fuori perchè il clima mi opprimeva e non avevo voglia di bere…grave. Potrei parlare di donne. Ne ho vista una entrare in Chiesa (se po di? mica è peccato?) per i sepolcri che non era niente male. No. In realtà non ho voglia nemmeno di parlare di quello. E se non avessi voglia di digitare? Sì, in realtà deve essere quello. Se ora interrompessi questo stato morirebbe all’istante. Già non ha senso ma cammina per osmosi. Vedi, sento spuntare qualcosa. L’osmosi mi ha fatot pensare alle stelle e al loro muoversi lentamente. Millenni per fare pochi passi precisi. Tanto per togliere la certezza a chi le pensa fisse nelle loro posizione. Sono così pazienti, loro. Io invece vorrei fare miliardi di cose senza farne nessuna. Non mi va di continuare. Quando dovrò scrivere cose più complesse e lunghe come farò? Mah, per ora non è un problema. Il post, come promesso, è corto. Una puttanata ma è corto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...