Iniziamo da Calgary

Calgary

Aho blog. Ciao. Sono tornato a casa. Nel frattempo ho scritto due post che penso marciscano tra le tue bozze. Ci ho provato, quello è l’importante. “Goccia dopo goccia l’acqua buca la roccia”. Che sant’uomo quello lì. Quella frase me la ripete sempre. Io credo che il provare non basti. Lui, dall’alto dei suoi anni, mi fa capire che invece può bastare. Se cadi ti rialzi. Forse è quell’energia ciò che farà pendere la bilancia dalla nostra parte. chissà. E allora rieccomi qui a d aprire questa pagina bianca e a scrivere. Oggi ho ufficialmente aperto un nuovo blog. Lo scrivo con Stefania e parlerà prettamente di musica. Quando ci sarà il mio primo post ti avvertirò. Penso che le cose le copierò anche qui. che me frega. Sempre roba mia. Allora ti faccio una prima anticipazione. Il primo album sarà l’omonimo di bon iver. Stef ha iniziato facile con The Rip Tide e allora lo farò anche io. Forse l’album degli anni 10 che mi piace di più. Alla fine di questo decennio, vedrai, confermerò la cosa. Mi raccomando non essere geloso. Che lì mica posso parlare di peperoni e balconi deliranti. Quello spirito ce lo metterò, certo, ma come parlo dei miei abissi qui non lo farò mai da nessuna parte. Per questo ti lascio Calgary, stasera. Ha il tono adatto. Goditela.

Ps Devo riflettere sull’opportunità di scrivere post più brevi ogni tanto. Fanno bene.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in riflessioni e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...