Attacco di parole improvvise

norway road

E se mai dovrò scrivere capiterà, come stasera, che qualcosa giungerà molesta. Mi attaccherà da dietro, come una furia. “esci per strada o scrivi” Forse la scrittura è e sarà la giustificazione per la mia viltà, per il mio non voler prendere freddo, per quel vergognoso attendere. Sì, perchè quelle parole, al suono di qualche musica, lo mordono l’asfalto.Non pensano alla mia età. Lo fanno e basta. Perchè la vita mica ti guarda il documento del cazzo. Ti fa la radiografia, ti fa passare i raggi (B al largo delle porte di Tanoiser) attraverso e mica fa tanta differenza la tua tibia, il perone o il femore. Sei solo un’altra canna che non si spezza ma intanto si inchina al vento. Vuooommm. E tu, stasera, ce l’hai il coraggio? Gleilo chiediamo a quella prostituta quanto prende? Mica ci devi andare. E’ solo una domanda. Ma tu la vita credi davvero che sia negli hotel a 5 stelle di via Veneto? Davvero non pensi che non passi niente in qualche bosco di conifere lontano? O su qualche roccia a strapiombo su valli infinite? E forse, se è così, fai bene a rimanere a casa e a non cavalcare quella bici. siamo voluti restare al servizio di una vita di cui non abbiamo deciso niente. Le tue parole, però, sono più coraggiose di te. sono più coraggiose di me. sono più coraggiose di noi. Forse erchè siamo solo chiacchiere e distintivo, brutto bastardo. Ho lanciato una parola nel vento. Cazzo, me la voglio andare a riprendere. Ci metterò il tempo che ci vuole ma lo farò. Ma ora non rompermi il cazzo. Chiedilo al carcerato che importanza ha la libertà dopo 40 anni di carcere. O si appende ad una corda o si scioglie nel vento. Per la corda c’è tempo. Io sinceramente non ne ho voglia di penzolare. perchè non ci consumiamo in corsa, da qualche parte. Io, te, il tintinnio dei tasti o il fruscio di una penna su un cazzo di quaderno o agenda nuova. Che ce ne frega, cazzo. Che ce ne frega. Damien Rice ha azzeccato la canzone. Ora pubblicala. Esci. E se ti avanza tempo vivi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in riflessioni e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...