Il vino della domenica

La domenica ti penso. Finisce sempre così. E’ il vino di mio padre. Che Dio lo benedica. Non essere gelosa ma penso anche ad altro. Alla pelle dell’amica di mio fratello, per esempio. Diamine, come fanno certe donne a farti venire la voglia di rimpicciolirti e di percorrere il loro corpo come fosse una distesa fiorita e tu un poeta vagabondo, camminatore instancabile alla ricerca delle lande più belle dove porre il capo. Ci ho pensato, lo ammetto. Come ho pensato anche a lei (sì, quella della poesia) e il suo sguardo triste e malinconico. L’ho visto in libano, nell’asia lontana e più misteriosa. L’ho vista tra i campanili dei paesi sperduti sulle coste selvagge. Giuro, inoltre, che avrei battuto ogni angolo del mondo se fosse servito a baciarle le labbra. perdonami, è così. Ma ho pensato a te. Ho pensato ai tuoi occhi dentro i miei. Ho pensato a quanto ti odio e a quanto sappia dire cazzate. E ho pensato a quanto non ti pensi più, davvero. Deve essere il vino di mio padre a farti sorgere come l’aurora? La realtà è che siamo due mondi distanti che consumano spazi intergalattici per girare intorno a stelle diverse. Non abbiamo più nebulose o costellazioni da condividere e per quanto possa essere triste, soprattutto nel vedere vecchie foto dove nel tuo sorriso sguazzavano i miei tormenti e le mie speranze, questa è la nostra realtà. Forse c’è ancora un calice di vino, da qualche parte in questa dimensione, che ci rimette uno di fronte all’altra, all’improvviso. Ma io davvero ho altri tuoni che mi vibrano dentro. Finisce che mi perdo sui seni di chi passa così, per caso, e fuori dalla porta l’ho già dimenticata. Peccato non si sia portata via il biasimo verso me stesso. Blog, quanto tempo dovrò aspettare prima di scappare?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Oggi, today, heute...iosc e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il vino della domenica

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...