Post inutile ma necessario

Avete rotto. Davvero non ne posso più. Quante siete? Avete un’agenzia? Se mi date il numero disdico il contratto. Ho magazzini pieni di parole in cartoni con ognuno un nome. Nessuno gli ha reclamati. Ogni tanto li confondo. Li apro e non riconosco niente di quello che c’è dentro. In uno ho trovato migliaia di canzoni ma non c’è nemmeno un nome a cui destinarle. Ho capito, a quel punto, che i nomi sui cartoni sono solo cazzate. siete passate, una dopo l’altra, e quelle parole sono tornate indietro. Mi sa che ci scriverò il mio nome. La cosa avrebbe, tra l’altro, molto più senso. E poi, quando distruggo i cartoni, non avrei sensi di colpa inutili. Potete sempre reclamarli, mi pare che a scadenza regolare, puntuale, ve ne spedisco un paio. Posta prioritaria. La portano direttamente i gabbiani. Non ho trovato altro e poi son a buon mercato. Forse dipende da questo. Quando spedirò qualcosa sulle ali delle aquile dovrò farmi un paio di domande. Ho interi muri qui. tutta roba mia. sono anni che li colleziono. Vedo come è cambiata tutta sta roba. E rimpiango un po’ quelle più vecchie. Che a rivederle son così banali e forse puerili ma con una forza che ogni tanto penso non mi abbia abbandonato mai. L’esperienza subentra e ti fa chiudere tutta con cura e ordine. Raccogli e conservi. Metti uno sopra l’altro e i ritrovi chiuso con te stesso. Apri e riapri, indaghi e scopri che è tutto un cerchio che percorri. Tappe già corse, punti già visti. Infondo lo sapevi, infondo te lo aspettavi…infondo sei contento così.
Ciao. No, questo post non è per te. E’ per me. Perchè ogni tanto devo anche io fare un paio di conti. Stabilire di chi sono i crediti e con chi ho i debiti. Perché quando le canzoni del passato tornano così, all’improvviso, ti tornano forti indietro le solite sensazioni del cazzo. che conosci bene. Sei abituato a danzarci sopra. Ma non ricordi i volti. qualcosa vorrà dire, no. siamo sempre noi. Cambia il mondo, le città, la luce dei lampioni ma continuiamo imperterriti a guardarci intorno con quello stupido sorriso del cazzo.
Questo post lo brucerei.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Post inutile ma necessario

  1. semprevento ha detto:

    Ma nooooooooooooo!!!!
    ECCHEé!!!!
    sei arrabbiato? calma calma..ci vuole calma ..lo so che vuol dire quando arriva un pezzo di tegola…cioè musica che non aspetti…ti prende un certo mal di pancia…un battito sordo e ignorante…ma poi passa…deve passare…e ci si deve far passare..per forza!
    Voglio essere ottimista…il passato è passato..e il futuro attende..niente desperados..ma innamoratos!! che ne dici? è sempre presto’ …e allora spingi il tempo, un aiutino dai…che ti frega??? in due è meglio che uan…ti pare???
    bacino♥
    Ogni tanto stammi ditro perchè tutta la posta mi va nell’eliminata….maremma maiala…un ci capisco più nulla…però sei amico mio e così ti trovo 🙂
    Ciao bimbo e sostieni la camminata passi lunghi e ben equilibrati…spalle dritte e mento fiero!!
    che ganzata!!

    • vince2006 ha detto:

      Mio vento adorato. Non lo dico per scherzo, ma ormai senza di te questo blog sarebbe più povero. Le tue parole mi fanno stare bene. Comunque il post è meno triste di quello che pensi. e’ solo una riflessione nata dall’ascolto della canzone degli eagles che non ascoltavo da una vita e mi ha fatto pensare che certe sensazioni tornano, a prescindere dai volti.

      • semprevento ha detto:

        …. 🙂 adorato sei TE!!!
        m’ero preoccupata…e son tornata e c’ho trovato la risposta…menomale!!
        Un m’arriva neppure l’avviso di risposta…mavaffangala !!!
        Io mi posso permettere di essere preoccupata del mi figlioccio!!
        un po’ son mancata io, un po’ te…un ci si scontra mai!!
        Allora come si procede con gli studi??? tutto a posto? …te dirai…(ma non lo dico)…che va tutto bene…
        siamo sicuri?? via prendiamola per buona…tanto si sa che i figli hanno delle zone d’ombra dove nessuno entra, vero?
        Sono anche un po’ psicologa…impacciosa forse ma coi figli ci capisco qualcosina…
        sapessi che vita con la mia…porca miseria…m’ha fatto impazzì.
        un giorno , quando sarò nonna te lo racconto…così lo racconto anche a mio nipote…
        o nipota, e rovino la reputazione alla su’ mamma!!
        ganzo vero? mi vendico!!
        Senti ciospino, fammi sapè come te la passi sennò devo lege tutto quel pappiè di roba che hai scritto e alla fine m’imbriaco di parole…
        te che hai il dono del riassunto….riassuntami..hahahahha
        ma sei sicuro che vuoi fare l’avvocato? son dei paraculi immensi…sappilo!

      • vince2006 ha detto:

        E’ un bel periodo. Davvero. A fine 2011 era il periodo peggiore della mia vita e ora va alla grande. Manca qualcosina, certo, ma c’è tempo per il resto. Ora sto bene con me stesso, con Roma, con lo studio (quasi), con il lavoro (quasi) e soprattutto con gli altri. E’ importante. Avevo bisogno di positività nonostante tutto.

      • semprevento ha detto:

        e menomale una buona notizia..io se ti racconto la mi vita ultimamente ci resti male…e allora ti lascio la mia allegria…mi viene bene…da regalare…
        a me va bene, quasi ..si quasi quasi ci credo!!
        machissefrega….tanto la vita è una petina….prrrrr ed è finita!
        un bacione bimbo..e viva la positività..quando ne hai bisogno fatti sentire! Io ci sono! quasi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...