Cielo grigio e grano verde

Domenica pomeriggio. Casa. Siamo in pieno marzo, l’inverno, quindi, è ancora una certezza. Che il 21 inizia la primavera, ora come ora, sembra una cazzata. Il vento fa girare quel coso che non so come si chiama sul coso del camino. Non so come si chama perchè sono 22 anni che lo odio. Fa un casino infernale, non capirò mai il motivo per il quale è stato montato. L’ignorare il nome è una specie di autodifesa. Il vento, dunque, soffia forte. Le piante sono sbattute con forza e sembra quasi si possa percepirne il dolore. Il cielo è grigio e sembra serbare pioggia. Vuoi la verità? Mi piacciono le giornate così. Come De Andrè disse che “qualcuno aspetta la pioggia per non piangere da solo” così si può aspettare giorni come questi per sfoderare la malinconia. “No, è il tempo’” Già, il tempo. Però è bello dai. Ti viene voglia di viaggiare, di andartene, di esplorare i campi ancora verdi che ora staranno imitando le onde del mare a furia delle carezze del vento. Perchè non lo faccio? Mi fa male la gola. Che merda. Ora mi viene da ridere. questa cosa sembra molto ridicola. (…) Sono uscito un attimi, non ce l’ho fatta. I miei gatti si difendono dal freddo accovacciati l’uno sull’altro. Ho sentito un rumore che poteva benissimo essere un tuono. Bene, direi. Stasera uscirò ma non sarà la stessa cosa. Ora andrei solo a dare un contentino alla malinconia. Forse se la merita. A pochi chilometri c’è il mare, sai che depressione quelle onde grandi, grigie e sole…Ecco, so come tentare la mia povera anima. Ho tante cose da fare, blog. Me ne ricorderò? Speriamo. Niente blog, volevo solo salutarti. Ho sempre bisogno di scriverti, anche quando, come oggi, ho poca ispirazione.

ore 18.30 Alla fine ci sono andato al mare. Una infinita distesa senza discontinuità di colore tra spiaggia e mare. Un buon pomeriggio. Ah, il collo ha retto.

Ma questa l’avevo già messa?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Oggi, today, heute...iosc e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Cielo grigio e grano verde

  1. semprevento ha detto:

    ..forse è l’anemotreto..misurano la velocità del vento,mentre questi aggeggi ti avvertono in che direzione soffia…sono più rozzi…
    Anche io non me lo sono mai chiesto..che strano ..io dovrei conoscere ogni cosa del vento..invece a malapena conosco me.
    Le giornate così capitano…siamo meteopatici …questa parola mi fa ricordare chi soffre di meteorismo, che in termine medico. significa rigonfiamento dell’addome dovuto a un accumulo eccessivo di gas nell’intestino e nello stomaco…insomma sempre aria è.

    Che tu venga qui mi fa piacere come fa piacere al tuo blog…
    non ci vieni certo per litigare…la stessa cosa faccio io…un divertimento che a volte prende quella velata malinconia che ci sta tutta. Mica sempre siamo in forma…anzi, il più delle volte capita il contrario…
    comunque …se hai bisogno d’aiuto fammi sapere…per la gola beh come mamma posso dirti metti la sciarpina…o meglio ancora stasera resta al calduccio. beviti un bel latte caldo con la salvia e se non ce ‘hai metti due cucchiai di miele. Vedi tu..metti pure un po’ di caffè se il latte da solo non ti gusta.

    io mi cimento sulle foto..ma ora sono stanca..ho accumulato troppi colori.e vedo tutti i lampi!
    sarò esaurita… 🙂
    ciao Vince..
    🙂

  2. vince2006 ha detto:

    Ciao venticello, mi sei mancata. Grazie del consiglio, provvederò.

  3. ninavoice ha detto:

    Hai fatto bene ad andare…il mare d’inverno è troppo figo!

  4. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  5. semprevento ha detto:

    …qui si batte la fiacca!!!
    che c’hai??? la febbre?
    dal viaggio mi sei sembrato un po’ intristito…
    uh..pensa a me che Parigi potrei non vederla mai!
    Pensa a cosa mi perdo… ai tanti artisti di strada di cui mi innamorerei…
    son fatta così… nel senso bello della cosa…quando vedo creare dal nulla qualcosa m’innamoro sempre.. mannaggia a me…
    te invece ci sei stato…me l’hai presa una cartolina??? seeee, andavi “in domo” al vento TE! ( che in pisano tradotto vuol dire vaff…capito no?)
    Dai aspetto notizie , sempre che tu non sia impegnato con l’università!
    Anch’io sai vorrei avere una capa tanta…insomma non tanta tanta perchè penso che gli inteligentoni siano un po’ sonati….all’atto pratico , gli togli la loro materia , e non sanno neppure svitare una lampadina….non per esser cattiva, siccome ne ho visti tanti….c’è da fare un archivio di baggianate…comunque TE non sei così,,,se non altro fai un caffè che è una bomba!
    🙂 ciao gnometto.. 😆

    • vince2006 ha detto:

      Ho appena scritto un nuovo post che risponde perfettamente al tuo commento 🙂
      Sì, qui a casa sto un po’ cazzeggiando. Forse mi serviva ma presto tornerò a fare cose un po’ più serie. Devi andarci a Parigi venticello, per forza. Non puoi non farlo. Pochi posti sanno regalare autentica meraviglia agli occhi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...