Caffè, presto!

E’ una bella responsabilità, blog. Il caffè migliore che abbia mai assaggiato lo faccio io. Non so perchè, è così e basta. Una volta era quello di mio padre ora anche lui si è arreso all’avanzata della technologia. Hanno comprato una di quelle macchinette infernali. Ho accolto il suo acquisto come un oltraggio. E’ una vergogna. E’ una bestemmia. Certo, chi si alza alle 4.30 di mattina e si prepara il caffè in trenta secondi è lui, non io. Pazienza. io però resisto. Abbiamo la moka buona. Anzi, la migliore che c’è. Ne abbiamo due identiche a Roma e una è “la mia”. Anche qui sono capace, però, di grandi risultati. Ma rimane comunque un mistero. Perchè il mio è migliore di quello di mio padre o di mio fratello? Certamente per me la preparazione è un rito. La gestualità è importantissima. Apro la caffettiera, la ripulisco, riempio il serbatoio fino al segno (la mia moka è particolare) lasciando qualche millimetro in meno, riempio il dosatore con attenzione, senza creare montagnette troppo dense e soprattutto senza schiacciare. A questo punto chiudo delicatamente girando e facendo combaciare i due pezzi. Fiamma bassa. Aspetto. Chi fuma deve provare più o meno le stesse cose. Diamine, che voglia di sigaro. L’odore di quelli comprati a Berlino ancora mi attraversa le narici. Ehi, ma si prova questo a fumare? Il cervello fa collegamenti strani, non riesco a capire cosa c’entra. Ho parlato mezz’ora al telefono. Sarà da almeno un anno e mezzo che non capitava (no dai, un po’ di meno ma comunque da tanto tempo). Non ricordavo l’effetto positivo subito dopo. Certe risate, le linee telefoniche, te le restituiscono rassicuranti e piacevoli. Ieri ho anche riso fuori con gli altri. In certi periodi le battutacce a sfondo sessuale di Antonio sono la cura migliore. Che stia ritornando al mondo o qualcosa di simile? rrrrrrrrrr Ecco, il ruggito silenzioso è arrivato. E’ pronto. Scusami ma devo correre se no brucia tutto. Quanto zucchero?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Oggi, today, heute...iosc, Senza categoria e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Caffè, presto!

  1. carlotta ha detto:

    bè…penso che ogni cosa abbia bisogno di una sua routine personalizzata che ha il merito di far raggiungere il risultato apprezzabile o almeno ottimale. In cucina come nel sesso ci sono delle fasi da rispettare e da far rispettare. Il risultato di ambedue è tanto migliore, quanto più ci si è impegnati per ottenerlo…

    • vince2006 ha detto:

      Sì ma nel sesso il rispetto certosino (interessante il termine certosino usato in questo caso) delle regole porta ad un risultato standard. Magari buono ma standard che rischia di morire nella routine. La bravura dell’amante è nel capire quando porsi sopra le regole. Deve essere bravo a strappare eccezioni, ad essere leggermente fuori luogo, a sorprendere, ad animare. Il rito deve essere solo le fondamenta di cemento dove costruire un impianto architettonico degno di Gaudì.

      • carlotta ha detto:

        sono daccordo, peccato che spesso son solo parole così anche il caffè si brucia, con pessimi risultati di gusto ed aroma….

  2. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  3. lupus.sine.fabula ha detto:

    E’ sempre l’amore che ci si mette, la passione, che rende migliori le cose… io me lo spiego così!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...