Poesia 17.29

Non ho imposto limiti.
In una strada infinita
ti ho vista nuda,
il vento ci annunciava
città lontane ma piene di vita.
Abbiamo camminato per la strada
e io ero d’accordo.
Il cielo sembrava
quello dell’Africa
che sembra continuare
anche dopo l’orizzonte.
Non potevo desiderare altro.
Su una nuvola, sopra la mia testa,
ho biasimato la pioggia
che non avendoci bagnato
non sa cosa si è persa.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Poesie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...