Notte troppo inoltrata per parlare di bagliori


Lo sapevi che Cloto era figlia della notte? Lo sapevi prima di iniziare a scrivere di lei? Ma stai scrivendo della tessitrice o è un altra che t’ammalia con le sue mani appoggiate sul fuso? Di la verità, anche lei è figlia della notte. si confonde così bene tra le tenebre più profonde che impazzisci. Non chiamarla per nome, vale la stessa regola del silenzio che scompare di fronte a chi a gran voce lo reclama. Lascia che passeggi lì dove i venti non potranno scalfirla…..e dove neanche tu a furia di parole potrai buttarla giù come uno specchio in disuso. E’ figlia della notte, vins. E tu hai un non so che di familiare con la luce dell’alba. Non pensi che sia così lontana da te? Come dici? Già, la linea di confine non è così spessa e forse anche tu hai un paio di notti dentro da riempire con i  tuoi bagliori nel buio.
Qui è notte Vins. E’ meglio che dormi. E’ molto meglio

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in riflessioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...