Finestra

Rieccomi qua. La finestra è sempre sintonizzata sul mondo come uno schermo fissato sullo stesso canale. L’immagine è chiara e non distorta ma è sempre la stessa. Quello sfondo scuro con venature blu scure, sporcato appena appena dal giallo debole di qualche lampada dentro a chissà quale stanza. Appoggiarsi su questo spicchio di realtà, il volto accarezzato dal vento che ha solcato chissà quale valle sperduta o cima solitaria e lontana, la voglia di teletrasportarti nell’auto che passa in qualche via la vicino e andare lontano. Quella auto la senti solo. Il fruscio delle ruote sull’asfalto è cosi romantico e malinconico. Quando c’è la pioggia lo è ancora di più e con un po di alcool nelle vene quel rumore può ucciderti. Ti farebbe venire voglia di correre a 300 all’ora su una strada bagnata, dritta e senza fine….quante cose ho scritto su questo concetto. E quante ne scriverò ancora. Si ripete in continuazione questa recita. Io e la finestra, come due individui che comunicano: io la mia voglia di fuggire, lei il mio essere schiavo di impalpabili catene. Anche stasera rivedo la stessa scena, come una replica di uno settacolo visto mille volte con sulle labbra le parole che i protagonisti stanno per recitare. Uno spettacolo ormai senza pathos, senza un pubblico che applaude ma sempre con la stessa carezza all’asfalto di un’auto lontana. Una carezza che assomiglia ad un grido. Un grido da una terra lontana che ti chiama. E tu, legato, schiavo a guardare la luna come un lupo in gabbia, senza neanche la forza di ululare.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in riflessioni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...