Non ci avrete mai come ci volete voi!!!!

 

 

Oggi sono stato alla manifestazione contro la Gelmini a Roma. Era da tanto che non partecipavo ad eventi del genere e pensandoci non capisco il perchè. Il vedere tutto quel movimento mi ha acceso una piccola fiammella di speranza. Però ci sono tante cose da specificare. Innanzitutto: ma quanti eravamo? Io nella logica dei numeri non entro. Dico solo una cosa: eravamo tantissimi. Sono ancora emozionato se penso a quando mi sono messo in piedi su una fontana a piazza "Sant’Andrea della Valle" e ho visto il fiume di gente che marciava verso piazza Navona. Un’emozione simile l’ho vissuta entrando a Piazza Venezia il 9 luglio 2006: un mare di gente con decine di palloni che volavano sulla piazza. Li si festeggiava un evento sportivo, qui si testimoniava il dissenso di migliaia di ragazzi, studenti, ricercatori, lavoratori, insomma di italiani che non vogliono conformarsi al credo governativo. Non faccio numeri ma si sappia che le vie del centro erano completamente invase. Che nessuno si inventi che le presenze fossero poche. Il centro di una città come Roma è stata completamente e pacificamente invasa. Domani vedrete sui telegiornali un’altra storia: vi parleranno di poche centinaia di persone, di numerosi fumogeni, di sporcizia ovunque (a piazza Navona non c’era un cestino neanche a pagarlo, ndr). Be, io ero li. Io c’ero (cit.) e posso testimoniare che il contrario di ciò che vi testimonieranno è accaduto. Seconda precisazione: A cosa è servito? Molta gente mi ha scritto o detto di risparmiarmi questa fatica data l’inutilità della manifestazione. Purtroppo per loro non è cosi. Io non sono d’accordo con questa riforma e l’ho voluto gridare davanti a Montecitorio. Migliaia di italiani sono contro questa riforma che gioca sulla vita loro e di chi sostiene sia inutile. Migliorare una cosa non significa ucciderla. L’istruzione pubblica è messa in pericolo e dire: "tutto ciò avviene non con il mio consenso" non è inutile. Oggi, insieme a centinaia di migliaia di persone, l’ho testimoniato. Terza precisazione: mi riconosco nella gente che c’era lì? Come sempre non del tutto. E’ stato bello vedere ragazzi con il camice o con cartelloni simpatici e fantasiosi. Lo è stato meno vedere qualcuno che approfittava della protesta per cannarsi o bere. Io non mi riconoscerò mai con loro. Ma il problema è che questi sono una minoranza ma vengono fatti passare per la norma. Chi protesta è cosi. Non c’è il brillante ingegnere Nucleare che sta per partire per l’estero. Non c’è il ricercatore che non trova lavoro qui in Italia. Non c’è il precario che potrebbe dare tanto alla società. Ci sono solo brutti ceffi con la barba lunga pronti a farsi la cannetta. Be, non è cosi. Prendete atto, voi che ritenete inutile questa protesta, che tra quella gente c’è la "meglio gioventù" della nazione che oggi ha parlato di ricerca, cultura, intelligenza, arte, futuro. Dobbiamo smettere di pensare solo alle tette della letterina, alla pettinatura della De Filippi o a chi sta male nell’isola dei famosi o alla Talpa. Mettetevi in testa che tra quelli con le treccioline alla Bob Marley c’erano futuri scienziati che, di questo passo, arricchiranno l’economia di qualche paese estero. Molti hanno un’abbigliamento che neanche a me piace (i rasta mi fanno venire caldo solo a guardarli) ma iniziate a giudicare le idee. Ripeto, non c’erano solo i comunistoni che hanno portato i cani o che hanno fumato. Tutt’altro. Iniziate a rispettare le idee.
Oggi ho vissuto una bella giornata. Devo ringraziare quella gente he mi ha fatto capire che non tutti sono ipnotizzati e atrofizzati dalla televisione. Che non tutti hanno paura di esprimere la loro opinione anche se qualcuno la bolla come "inutile". Che un po di speranza in questa nazione c’è ancora anche se piccola. Ma ricordo che il seme più piccolo diventa l’albero dove gli uccelli nidificano. A tutta quella gente grido forte e commosso il mio GRAZIE

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Oggi, today, heute...iosc. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Non ci avrete mai come ci volete voi!!!!

  1. antonella ha detto:

    Anche io c\’ero. A largo Argentina alcune persone hanno attaccato uno striscione alla finestra con la scritta "Siete l\’ultima speranza", durante la manifestazione del 30 ottobre un signore si è affacciato alla finestra con un cartello su cui era scritto "Non mollate". Questi episodi mi hanno fatto riflettere, in fondo forse noi "pochi facinorosi strumentalizzati da una sinistra vergognosa" non stavamo perdendo tempo. E non eravamo pochi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...