L’ultimo minuto del primo quarto

 

7 marzo 2008. Oggi inizia l’ultimo anno del mio primo quarto di vita. Tra un anno inizierà il secondo. Sembra una partita di basket. Il primo quarto non è quasi mai decisivo per il risultato finale ma fa capire molte cose sul resto della partita. Questo primo quarto lo sto giocado da Play Maker. Tanta fantasia, belle giocate ma dovrei incrementare i tiri da fuori. Si sta chiudendo questo quarto e devo dire che mi è piaciuto. Questo è il quarto più particolare. Non sapevo come giocavano gli avversari e quindi ho dovuto studiarli. Ora il gioco è più fluido. Ve l’ho gia detto: qualche tiro in più e sarebbe una partita perfetta. Alla fine contano i punti oltre al bel gioco. Fuor di metafora la strada che ho percorso non mi dispiace ma è meglio non perdere tempo a riguardare le curve e i rettilinei che ho gia superato(azz ma questa è un’altra metafora!!!). L’asfalto davanti si perde all’orizzonte quindi ci vuole tempo per fare ragionamenti. Si basta, e poi la sirena del primo quarto suona l’anno prossimo. Comunque quest’ultimo anno,come l’ultimo minuto del primo quarto di una partita di basket bisogna concluderlo bene. Qualche bel tiro da tre ci cascherebbe a pennello. Ora scusate ma ho un paio di cose da preparare, c’ho gente stasera.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Oggi, today, heute...iosc. Contrassegna il permalink.

4 risposte a L’ultimo minuto del primo quarto

  1. Miriam ha detto:

    un quarto di auguri e un quarto di figli maschi!

  2. Luisa ha detto:

    mmm
    devo dedurre che sei diventato vecchio?!
    auguri cuginetto!

  3. Giuseppe ha detto:

    auguri cuginetto!!!!ebbene si, stai arrivando alla fine del primo quarto e l\’ultimo minuto è sempre il più bello, va giocato al massimo sempre e comunque, anche se è quello del primo quarto, perchè l\’ultimo minuto porta con se sempre una grande quantità di adrenalina, anche i minuti successivi sono importanti e belli sicuramente, perchè è anche in quelli che si costruisce la grande prestazione, ma gli ultimi minuti sono quelli che il pubblico passa in piedi, sempre, a prescindere dal risultatoche belle ste metafore cestistiche, poi sai benissimo che amo il basket alla follia quindi non può che farmi piacere ^__^

  4. Marianna ha detto:

    bel post zenzo come sempre…ieri serata perfetta ci siamo divertiti e sono stata contenta di esserci stata!! Ormai sono 4 anni che ti vedo spegnere le candeline, non potevo mancare!! Un bacione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...