Non ti lascio sola…mia bella topolona!!!

 

Leggendo il titolo penserete sicuramente a qualcosa di estremamente banale, oppure a qualcosa di divertente. Se invece doveste leggere subito dopo la categoria in cui è raccolto questo post rimareste interdetti. Nonostante il titolo questo è un post serio. E cosa c’è di più serio di un topo che balla cantando sulle note di "Tre parole" della mia buona e vecchia nemica Valeria Rossi: "Non ti lascio sola, mia bella Topolona"?! Penso niente. L’oggetto di questo post è una nuova, orribile e terrificante pubblicità sulle suonerie dei cellulari. Queste pubblicità, negli ultimi anni, hanno assunto un’importanza incredibile. Sono infatti l’indice dell’avanzamento dell’ignoranza tra il popolo italico. E’ troppo facile dire "Ma chi se la compra sta roba?" Se pubblicizzano cosi, infatti, vuol dire che il prodotto vende, ergo, l’italiano è sempre più scemo. Ma non sono solo le suonerie il sintomo di un degradamento intellettuale e culturale dell’Italia. Nel paese che ha dato i natali a uomini come Dante, Michelangelo, Leonardo, Lorenzo il Magnifico si è visto una caduta vertiginosa dell’intelligenza e soprattutto di come questa può essere ben impiegata. A grandi linee questa crisi è cresciuta in maniera continua dal dopoguerra. In quegli anni abbiamo avuto l’ultima fiammella del genio italiano e con gli anni 80 prima e i 90 dopo, fino ad arrivare al duemila, la parola cultura in Italia ha iniziato a fare rima, ahimè, con trash. Spazzatura è il termine che più le si avvicina. Ma perchè ciò? Io una risposta ce l’ho ma forse è complicata. Dalla seconda parte del novecento l’Italia ha smesso di avere quell’importanza dal punto di vista intellettuale che aveva avuto per duemila anni. Lo scarso rilievo della nazione non era solo artistico ma soprattutto politico. Senza esserlo ufficialmente ci siamo ritrovati a vivere in uno stato periferico, pseudo coloniale. Merito principale è stato l’avvento del capitalismo più feroce e senza regole che ancora oggi è l’ordine che guida il mondo. Quali sono i difetti e soprattutto le controindicazioni? Be con il capitalismo più esagerato si è iniziato a divinizzare il profitto, il denaro, mammona. Soldi, soldi, soldi e basta, senza regola, tralasciando l’elemento persona e tutte le caratteristiche allegate. Prendiamo l’arte. Non vi è più la ricerca del bello, della musica, dell’opera d’arte, del film che possa stupire, emozionare, piacere. Si è alla ricerca di ciò che faccia vendere. A differenza del passato i "grandi" delle varie arti non si misurano a seconda della bravura ma a seconda di quanto hanno venduto. E vendere purtroppo non è sinonimo di bel lavoro. Anche Paris Hilton vende e ancor oggi dobbiamo capire cosa. Ma intanto vende. La ricerca continua del denaro e con questo del potere(l’uno comporta l’altro) ha portato ad un risultato assurdo: mentre in passato l’arte, l’istruzione e in genere il bello era esclusivamente riservato a chi se lo poteva permettere, ora è riservato a tutti. "Come?" direte voi. Ora che tutto ciò è di tutti vi è un degradamento cuturale? Si, proprio cosi. E’ vero, l’istruzione e la cultura sono di tutti ormai ma ci viene offerta(e sottolineo il termine "offerta") in maniera del tutto autoreferenziale e completamente insufficiente. Noi però pensiamo che questo sia tutto ciò a cui abbiamo diritto. Non ci poniamo la domanda se quello che abbiamo ci faccia "crescere" culturalmente parlando. Purtroppo la realtà è questa. La causa principale è la tv. Questo mezzo è dopo la scuola(qui non voglio fare commenti, sarebbero troppo tristi) la principale fonte di educazione. Dopo decenni in cui ha preso il sopravvento su ogni altra attività umana e dove la gente ha iniziato a guardarla come fosse Dio in persona che ci annunciava la Verità, questa scatoletta ha iniziato a fare un servizio idiota.Non si può dire "basta non guardarla" perchè non è cosi. Ci stiamo rincretinendo e ciò che c’era di buono sta morendo dopo ogni puntata della DE Filippi o dopo ogni concerto trasmesso di D’Alessio. La monnezza che ci stanno propinando(tv, cultura, musica ma anche istruzione) è vergognosa ma continuiamo a comprarla. Le ragazzine continuano ad ascoltare i cantanti più odiosi o a seguire gli esempi più sbagliati che non hanno fatto nulla nella vita (Spears ma ancora di più la Hilton) Ma perchè porca puttana?! E’ tutto un circolo vizioso. Manca la cultura e l’istruzione adatta per poter scegliere qualcosa di diverso da quello che "offrono" le multinazionali del settore in questione. Sentirete spesso da questa gente frasi tipo "Ma questo è quello che vuole il pubblico". Purtroppo è vero ma una volta la tv istruiva e quindi sarebbe stato impossibile offirire una cosa del genere. Ora si cerca di vendere e quindi l’elemento educativo è stato eliminato altrimenti ste stronzate non le comprerebbero. Stesso discorso vale per la musica e per l’arte. Non ci sono i mezzi per rifiutare con forza D’Alessio, Ferro, Spears, ecc. Dovremmo guardare più in là di queste cose e capire che se vogliamo un mondo e una nazione migliori queste cose devono sparire. Abbiamo i mezzi per farlo perchè sono cose indirizzate a noi. Quando raggiungeremo questo risultato? Be, se in televisione non sentiremo più cantare " Non ti lascio sola, mia bella topolona, ti prego rispondi ora"…be, sarà gia un risultato importante.

 

Ps se leggendo questo post pensate: "Cavolo, ora non so perchè ma odio ancora di più un uomo che guarda caso è candidato alle elezioni, che usa le sue tv per influenzare la gente esplicitamente con le sue parole e implicitamente con trasmissioni come buona Domenica, o le parole di Bongiorno, giornalisti mediaset, gente che lavora con Mario De Filippi, ecc e ora cercherò di convincere il maggior numero possibile di persone a non votarlo" fate pure. E’ davvero un bel pesiero 😀

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cose serie...penso. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Non ti lascio sola…mia bella topolona!!!

  1. Miriam ha detto:

    è la prima volta che leggo un tuo post per intero =p
    EVENTO.. FESTA NAZIONALE
    auhauah
     
     
    no vabè
    hai assolutissamamente ragione
    proprio l\’altro giorno ne parlavo con mia mamma di sta suoneria..
    e mi chiedevo proprio chi sono queste persone che spendono miliardi di euro per ste suonerie
    poi si lamentano che non arrivano a fine mese
    bah
     
     
    io quando mi squilla il cellulare ho Malmsteen che suona
    io si che sono avanti
     
     
    e cmq hai ragione su tutto
    non so proprio che altro aggiungere
    anche perchè mi fa sonno

  2. Giuseppe ha detto:

    Ebbene si caro cugino, la nostra cara Italia sta andando lentamente allo sfascio, e questo come dici tu è colpa del fatto che la cultura adesso è a portata di tutti, ma purtroppo non tutti la sfruttano e ne fanno buon uso, e del capitalismo sfrenato di questi ultimi anni, oltre che, e non lo sentirai mai più da me e negherò quest\’affermazione per sempre, degli USA, già perchè purtroppo la "cultura" USA influenza troppo noi italiani.Ora, il fenomeno delle suonerie e immagini o quant\’altro per il telefonino è forse la cosa peggiore che possa esistere, semplicemente perchè oltre ad essere abbastanza oscene (quella del topo è ancora ancora simpatica, ma ricordo con estremo orrore quel\’essere insulso che andva in giro su una macchina cabrio a cantare ridacci la gioconda, o una roba simile, ridacci la gioconda? ma che ti sei fumato? il tettuccio della macchina?) sono totalmente inutili, e vi spiego il motivo. Ormai tutti i telefonini, anche quelli da 50€ leggono gli mp3, ora, suppongo che se non si ha di persona un computer (ormai è difficile) si conosca almeno una persona che ce l\’ha, e trasferire contenuti multimediali dal pc al telefono è ormai diventato di una facilità disarmante, tant\’è che gli stessi produttori di telefoni dotano il telefono in vendita del cavetto pc-telefono per farlo tranquillamente senza problemi. E cosa succede? Che la gente spende mediamente 4€ a settimana (4€ a settimana O_O, 16€ al mese O_O, 192€ l\’anno!!!! O_O, ci si compra un telefono con quei soldi, ed anche carino) per fare una cosa che se si informasse un pò potrebbe fare gratuitamente.Altro problema è il fatto che l\’età media in cui si dispone di soldi e del cellulare ad esempio ormai si sta abbassando notevolmente, e questo comporta dei rischi enormi, perchè i più giovani sono molto impressionabili, e se la TV fa vedere dei modelli sbagliati (spears, lohan, hilton et similia) è chiaro che i nostri giovani non potranno che venir su così (sembro uno di 50 anni O_O). Il problema consumismo è un\’altro brutto grattacapo, perchè ormai con la scusa "l\’importante è che vende" ci propinano delle cose inguardabili, ed un\’altra scusa molto usata è "mi stanco tutto il giorno al lavoro/università, quando arrivo a casa voglio vedere qualcosa di tranquillo non impegnativo", ok, va bene, non impegnativo, ma non totalmente imbecille come i vari GF, l\’isola dei famosi, uomini e donne (il cui titolo è un\’offesa per l\’umanità intera, perchè se quelli sono uomini e donne, io mi sento un marziano), amici et similia. E quì si  potrebbe parlare di quello che è il nemico della televisione italiana, il già citato Mario De Filippi, ma rischierei di essere ancora più prolisso di quanto già non lo sia.Voglio concludere citando letteralmente il buon Maurino (proprietario del negozio di computer dal quale mi rifornisco da 10 anni a questa parte) che un giorno rispondendo ad una mamma che non si spiegava come mai il figlio si fosse fatto disinstallare Windows ed installare Linux sul suo PC disse "Miliardi di mosche non si possono sbagliare, la merda è buona….. ma preferisco farla mangiare a loro"PS. Azz, Malmsteen, complimenti, io ho Joe Satriani 😀

  3. Vincenzo ha detto:

    La televisione dovrebbe avere una funzione educativa( e le scuole dovrebbero fornire un\’istruzione di fatto e on di nome) se fosse cosi, col tempo, i cittadini asumerebbero i mezzi necessari per rifiutare questi prodotti. Ma in questo modo si perederebbero molti profitti. E\’ questo il problema del capitalismo, l\’uomo comune è debole e non riesce a capire come viene sfruttato o frodato.
     

  4. Luisa ha detto:

    Sarò ignorante (e in questa occasione mi sento fortunata) ma nn l\’avevo mai sentita sta suoneria O.o
    Segno che io e tv abbiamo smesso di parlarci assiduamente già da molto tempo…però fondamentalmente hai ragione, anche se essendo un\’assidua frequentatrice della scuola posso dirti che la scuola non educa ma DISeduca, e posso assicurarti che le riesce molto bene. Secondo me la scuola ha smesso di educare già da molto tempo, ma questa è un\’altra storia…
    La tv educava negli anni \’60 quando ognuno parlava il proprio dialetto e l\’italiano si ostinavano ad insegnarlo a scuola  (di nuovo lei!!!) serviva per formare una nazione che non esisteva più dall\’impero romano (nn sto scherzando, il risorgimento per me, visti i risultati, è stata una bella impresa utopica).
    Sto delirando…e che forse ho perso troppo fiducia nelle istituzione, di qualunque tipo…
    Ah, dimenticavo grazie per i complimenti sullo stile 😀 e quando vuoi fare quella famosa chiacchierata sai dove sono, io non voglio disturbarti perchè so che stai studiando!
    Ciao cuginetto romano 🙂

  5. STEFANIA ha detto:

    RIASSUMERO\’ UN\’UNICA FRASE QUELLO CHE PENSO DI CIO CHE HAI SCRITTO:
     
               << MA BRAVO,BRAVO,BRAVO>>
     
    (oramai le parodie sulle trasmissioni della de filippi sono entrate nel gergo italiano)
    CHIARAMENTE NON POSSO CHE CONDIVIDERE PIENAMENTE CON TE E CON QUANTI RITENGONO CHE IL LIVELLO CULTURALE O FORSE SAREBBE MEGLIO DIRE IL DISLIVELLO DEL NOSTRO BEL "NON-PAESE" TOCCA DEI VERTICI INQUIETANTI!!!
    E MI RITROVO A RIPETERE SEMPRE LE STESSE COSE:GENERALIZZANDO PURE SIAMO UN POPOLO CHE VIVE NON NON PER L\’ESSERE MA PER L\’APPARIRE…ESSERE ACCETTATI E QUINDI DEGLI MOSTRARSI COME ESEMPI DA EMULARE VUOL DIRE ESSERE CHITCH…TRESH…MONNEZZA!!!!
    E DANTE???LASCIAMOLO PURE SULLE MENSOLE A PRENDERE UN PO\’ DI POLVERE… INSIEME A "QUEGLI ALTRI"PADRI DELLA LINGUA E DELL\’ARTE…E NON C\’E\’ NEANCHE IL TEMPO DI TOGLIERE LA POLVERE DALLE COPERTINE…E BE TRA UN FRENCH E UNA IMPERDIBILE PUNTATA DI UOMINI E DONNE…CAPISCI BENE CHE NON SI PUO\’ PERDERE TEMPO…E IL TEMPO E\’ DENARO!!!!
     
     
     
    PS.BELLISSIMO POST!!!!!!!!BRAVO!!!!!

  6. Miriam ha detto:

    t3xa5 tu hai satriani, io Malmsteen.. ci possiamo spasare!!! sese
     
     
    cara stafania.. quanto tempo. quasi mi mancavi..
    ma dimmi che significa "degli mostrarsi"????

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...