Forse….si può fare

                                   

La campagna elettorale è ormai scoppiata come un incendio. Quasi non ce ne siamo accorti ma la via che porterà al nuovo governo è gia stata solcata. Fino a poche settimane fa i bookmakers davano per morto Veltroni e per sicuro vincente Berlusconi. Ma negli ultimi giorni il Pd ha recuperato molto terreno. Premetto: negli ultimi anni la mia visione politica è cambiata. Sono sempre stato di sinistra, con una precisa idea sociale, ma comunque lontano dalle rigide regole idiologiche. Ho apprezzato Cofferati e la sua mano forte con cui a Bologna ha cercato di fare un po di pulizia creandosi nemici tra l’estrema sinistra. Ho apprezzato Veltroni(ma non tutto) per la sua mentalità aperta e non delimitabile con paletti. Ma ho odiato D’alema e il suo atteggiamento da politico dell’800 e l’assurda insipidità di Fassino. In questo governo caduto da poco ho sempre dato la giustificazione di aver operato dopo una legge elettorale immorale e delinquenziale, cambiata negli ultimi mesi di legislatura che ha mandato irresponsabilmente il paese verso l’ingovernabilità e questo in piena coscienza di chi l’ha scritta. Li riconosco anche la volontà di migliorare i conti. Molti Italiani non si accorgono che le cose non vanno bene e sono sempre pronti a seguire chi dice "abbassiamo le tasse" senza chiedersi se ciò è possibile. Rimangono però gravi colpe, soprattutto di Prodi: l’appoggio a Mastella, i pacs/dico abbandonati, immobilismo comprensibile avvolte per l’ingovernabilità, spesso ingiustificato. Detto questo, vi svelo che la mia idea di politica è lontanissima dalla parola "partito". Questi uomini politici, di destra e sinistra, hanno fallito e bisogna cambiare. Ma l’elezioni sono alle porte e bisogna, ahimè, scegliere. Spesso in Italia si è dovuto scegliere il male minore ma mai come in questo Aprile bisogna tapparsi il naso e votare per un partito. Non mi riconosco in pieno in questo movimento ma è l’unica scelta da fare. Questo blog vi invita ufficialmente a votare per il Partito Democratico. Bisogna votare per Walter Veltroni. Non ho molta fiducia nel Pd. Le premesse sono buone ma mi preoccupa la gente che ne fa parte(Binetti, Rutelli, D’Alema..ecc) ma se la volontà di cambiare e di creare qualcosadi nuovo che crei una discontinuità dal passato avrà il mio appoggio in futuro. Rimane, sicuramente, l’unica via plausibile guardandodall’altra parte(anzi dalle altre parti). Berlusconi, candidato per l’ennesima volta, significherebbe nuovamente un governo che mette da parte la legalità(gia affermato che la lotta all’evasione è stata esagerata), che mette in discussione un principio fondamentale della repubblica qual è l’indipendenza della magistratura(qui non faccio nemmeno esempi), che userà il parlamento per leggi ad personam(ex-cirielli, cirami e depenalizzazione del falso in bilancio insegnano), che potrebbe fare nuove leggi come la legge 30(meglio conosciuta come legge Biagi) tali da mettere a rischio il futuro di intere generazioni di giovani per favorire una singola classe sociale. Bisogna guardare alla produttività nazionale senza dimenticarsi chi lavora, le famiglie e il ceto medio. Votare per il PDL significherebbe votare per gente antiaborto(quasi sicuro l’appoggio a Ferrara), eccessivamente legati alla Chiesa e al Clero quindi troppo lontani dal necessario "Libera Chiesa in Libero Stato". La laicità è un principio intoccabile e questa parte politica lo mette in discussione. Invito a votare il PD innanzitutto perchè ora è libero dal cappio del centro e dalle pressioni della sinistra estrema. In caso di vittoria sarebbe possibile governare(sperando che la egge elettorale non crei problemi al senato). Non ci possiamo permettere un ritorno al passato. Forse(sottolineo il forse) il Pd può rappresentare un cambiamento. Le altre forze politiche non sono nella possibilità di garantirlo. Io ho abbastanza fiducia su Veltroni. Ne ho molta di più su Di pietro che è ufficialmente candidato con il Pd. In futuro sarà necessario, anzi, fondamentale fare una nuova legge elettorale e allora potrebbe nascere una nuova soluzione, magari proveniente dai cittadini. Ma ora bisogna scegliere. Tapparsi il naso e scegliere. Andate a votare il 13 Aprile e abbiate dentro di voi la volontà di tagliare con il passato. Se volete discutere sono disponibile. A presto

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cose serie...penso. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Forse….si può fare

  1. Rudy ha detto:

    Vincent io credo che il pd abbia una buona opportunità ma bisogna vedere come interpreteranno lo statuto che è la cosa che piu apprezzo di quella ke inizialmente sembrava solo una fusione.ci vuole gente nuova ma ke nn vorrei venisse strumentalizzata.se ricordi in sicilia candidarono la borsellino solo per il cognome.ora sull onda emotiva l operaio della thissen.poi troppi mugugni di chi nn potrebbe esser in lista.sai ke han dato il limite delle 3 legislature,ma nn è specificato se consecutive.per cui voglio vedere se la moglie di fassino c sarà e cn lei la lunga skiera d politici usciti da qst governo.Il fatto ke chi piu si è battuto per i costi della politicà e per una moratoria seria non mi fa certo esser ottimista(parlo d salvi e manzione).m incuriosisce l apparentamento con di pietro il cui programma a me,uomo d destra,piace molto.come vedi ormai non si puo + parlar di ideologie.Se da 1 parte fini e dall altra d\’alema si sn letteralmente venduti per il potere.per cui ben vengan le scelte coraggiose.io da italiano spero che quello statuto non s presti ai soliti giochetti di partito.se qst governo è caduto è stato x l ammukkiata,nn x la porcellum.s è voluto accontentar tutti con poltrone e poltroncine sprecando denaro pubblico.qst deve esser kiaro x capire gli errori da nn ripetere.cmq ora ke s è dimesso l ex pci in politica da 30 anni puo parlar d politica nazionale.se sarà l ennesimo bluff o vera voglia d rinnovare ce lo dira il congresso e ce lo diran le candidature. Dall altra parte ci saran le primarie per sceglier i candidati ke,in assenza del voto d preferenza,da almeno una parvenza d democrazia.l importante è indebolire nn tanto le sinistre quanto gli statalisti-centristi da casini,mastella,tabbacci & co e scongiurare l avvento del grande raccomandato d italia,montezemolo.
    quindi aspettiam le candidature da parte d tutti e poi tiriam le somme,scusa se sn stato prolisso ma m conosci(m sn frenato!)

  2. Vincenzo ha detto:

    Come gia detto il PD potenzialmente può essere una bella cosa. Se le "idee" vecchie vengono sostituite da nuove idee che facciano bene al paese il PD è una buona cosa. Se veramente è un qualcosa di nuovo il PD potrebbe essere la luce fuori dal tunnel. Io guardo con attenzione sperando in questo ma da esterno e non da sostenitore, un po per evitare delusioni un po per il mio spiccato antipartitismo. L\’unica via che mi vedrebbe acceso sostenitore è un movimento dei cittadini che mirì a rissolevare le sorti del paese con la legalità, la giustizia, con un sano socialismo non ideologico, con un rapporto produttivo tra le forze sindacali e le imprese, quindi un connubio tra i lavoratori e gli industriali che porti a un progresso economico ma che non tralasci i diritti di chi alla fine manda avanti con il lavoro il paese, garantendo a questi ultimi una stabilità economica e i diritti irrinunciabili che spettano loro. Infine non sono tanto daccordo sulla questione del "caduta" del governo. Per governare è stato necessario fare un\’ammucchiata orribile ed indicibile e questo a causa della legge elettorale. Ragazzi questo è il proporzionale. Questo mi fa apprezzare ancora di più la scelta di correre da solo di Veltroni. Lodevole davvero. A parte questo, tu Rodò, a chi voterai? che mica l\’ho capito 😛

  3. Brambilla ha detto:

    Caro il mio buon "Vins",
    proprio in questi giorni in cui sta imperversando la campagna elettorale, (che dovrà ancora scoppiare per benino), in linea con quanto accade nel panorama politico italiano, io e te stiamo affrontando abbastanza spesso l\’argomento "téte a téte", e devo dire con piacere che i nostri pensieri sembrano essere coincidenti.
    "Il Paese ha fame" e lo scenario politico-sociale è tra i peggiori se pensiamo: 1-che le famiglie italiane non arrivano a fine mese…2-che le banche sembrano essere peggio degli usurai e degli strozzini…3-che le aule parlamentari sembrano essere dei troiai in cui durante le assemblee (semprechè i nostri parlamentari ci vadano e non trovino di meglio da fare nonostante siano pagati profumatamente) la gente bivacca mangiando mortadella,stappando champagne e ingiuriando i colleghi tra una rissa e l\’altra (ma come facciamo a pretendere ordine nelle curve degli stadi se accadono gozzoviglie d\’ogni genere in parlamento dove la gente dovrebbe essere di un livello socio-culturale di gran lunga superiore??????!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!)…4-che il potere d\’acquisto degli italiani è sempre + basso a fronte di un costo della vita che rincara ad una velocità spaventosa, iniqua e vergognosa…5-che l\’unico straccio legislativo su temi fondamentali quali l\’eutanasia, l\’aborto, la Procreazione Medicalmente Assistita,le unioni civili, versa in serio pericolo minacciato dagli avventori della destra disposti a tutto pur di accaparrarsi i voti dei cattolici bigotti, ma spero perdendo quello delle donne intelligenti(mi riferisco alla legge 194, anche perchè gli altri temi non sono regolamentati in maniera seria e altri non lo sono per niente)…6-che un governo è caduto per colpa della moglie di un ministro della giustizia(che non aveva nulla a che fare con la giustizia…anzi…)…7-che cè gente che fa prestiti a destra e a manca per comprarsi una macchina, mentre i nostri politici da quelli che contano ai + insignificanti girano in makkine di lusso pagate da noi contribuenti(comè beffardo il destino!!!!!)…8-che cè gente che non si sposa perchè non riesce a permettersi una casa per vivere e poi il nostro caro Mastella ne acquista una decina sottocosto facendoci chissà quale guadagno!!!!!!!!!….e potrei continuare ancora per molto, ma mi fermo altrimenti questo commento non lo leggerà nessuno!!!!!
    Fatta questa "breve" premessa ritengo che sia improcrastinabile un radicale cambiamento, bisogna far cambiare aria a questa italia che soffoca nell\’anidride carbonica dei SOLITI, RIPETITIVI, VISTI E RIVISTI UOMINI POLITICI.Considerato l\’attuale e tragico panorama descritto sopra, personalmente ritengo che ci sia bisogno di un governo prettamente "tecnico", qualcosa di temporaneo, che cerchi di risollevare la situazione con delle riforme serie, e dopo saremo pronti per affrontare le altre questioni politiche.
    Comunque anchio (essendo in buona fede e parlando a priori) penso che il neo Partito Democratico possa apportare una leggera ventata di freschezza, so benissimo che al suo interno cè gente come D\’alema, Fassino, ecc., ma è il male minore. Sicuramente penso che possa governare bene non avendo al proprio interno gente dal pensiero radicale, ma sopratutto ho accolto bene la notizia fresca di giornata che il vice presidente dei giovani di confindustria si candida nel PD, in modo tale da fare proseliti anche in quella parte sociale e per dialogarci molto meglio….penso che sia un connubio fantastico avere al proprio interno gli operai e gli industriali, e non venissero a rompere le balle quei bigotti di sinistra con la storia che gli uomini del PD fanno manfrina con quelli di destra!!!!!!!, perchè questioni fondamentali come i salari vanno trattate con gli imprenditori, e quale modo migliore di trattare cè se non quello di averli all\’interno del proprio schieramento politico? e d\’altra parte anche le imprese potranno avere un sostegno comè giusto ke sia dal governo per via diretta!!!!!!!!!!!
    Come ciliegina sulla torta arriva la candidatura nel PD di Di Pietro, persona che stimo tanto, visto che non sarà un asso in italiano, ma dice le cose come stanno……dicono che Di pietro è un "forcaiolo"?????benissimo!!!!è di uomini così che cè bisogno per mettere a posto le cose in politica e in italia! e poi magari sarà la volta buona in cui potremo vedere un ministro della giustizia che + si avvicina a tale termine (cosa cè di meglio di un ex magistrato????!!!!)
    Chiudo invitandovi tutti quanti a riflettere, perchè è proprio di questo ke cè bisogno, tanta tanta riflessione!
    ciao e un grazie a tutti quelli che leggeranno (magari annoiati) il mio commento, lungo, ma penso efficace e diretto.   

  4. Vincenzo ha detto:

    Molto bello il tuo commento Tizio, peccato che gli altri non potranno leggerlo con te che lo reciti con la dovuta intonazione 😀 Sottoscrivo tutto, soprattutto il punto 3. Per il connubio tra imprese e operai ne ho parlato anche io. L\’importante è che l\’ago della bilancia penda sempre a favore della classe sociale. L\’uguaglianza formale dovrebbe essere la stella polare di una giusta politica e quindi inevitabilmente un sano socialismo, ripeto ancora: non ideologico, che garantisca democrazia ma che non escluda il dialogo con le Imprese per un concertamento che garantisca il progresso economico.

  5. Giuseppe ha detto:

    Buongiorno a tutti voi egregiDunque, post politico in periodo di campagna elettorale, c\’era da aspettarselo :DComunque, sapete bene che sono un uomo di destra, anche se ultimamente non mi ci sento più di tanto, anzi, al momento non mi sento proprio di destra, a dir la verità non mi sento ne di centro ne di destra ne di sinistra, semplicemente perchè ho idee trasversali a tutte le forze politiche e perchè questa classe politica ha letteralmente frantumato i maroni a me e agli italiani in genere credo. Quello di cui si sente un bisogno vitale, più dello stesso ossigeno che respiriamo, è un cambio totale e generazionale della classe politica italiana, via TUTTI!!!!Per quanto riguarda queste elezioni sono daccordo con voi, sembra strano, ma sto seriamente vagliando l\’ipotesi PD, questo perchè la sinistra odierna si è liberata finalmente del peso rifondazione comunista che troppo incide sulla gestione dello stato, e soprattutto perchè Veltroni ispira sinceramente fiducia da questo punto di vista, Di Pietro non so, ancora non mi convince del tutto. E l\’altra cosa principale è che la destra sta facendo un macello allucinante a sto giro, Fini ha totalmente perso la sua identità, a favore di un nano e la cosa non mi piace per niente. La Lega è ormai la barzelletta d\’Italia, nonostante alcune idee siano buone, Mussolini, Storace ed affini non li calcolo neanche, quindi l\’unica alternativa decente pare essere proprio il PD.Poi il problema principale è la gestione della chiesa nella politica italiana, il problema in realtà non dovrebbe neanche esserci vista la natura laica dello stato italiano, ma tant\’è, abbiamo la sfiga di avere il Vaticano in territorio italiano e ce lo dobbiamo tenere. Fare delle leggi per accaparrarsi i voti dei bigotti cattolici è sinceramente uno schifo perchè non fanno che far tornare indietro lo stato e la cultura italiana.Quindi, l\’ipotesi PD sembra l\’unica percorribile…. ahimè…

  6. Miriam ha detto:

    premetto che sono un essere apolitico
     
    ma ci ho pensato anche io a votare Di PIetro.. ma solo perchè mi sta simpatico, è un grande burlone… è forse è l\’unico decente, da quello che ho potuto sentire… come dici tu il male minore..ma sono tutti bravi ad aprire bocca..
     
    ma credo sia frustrante per gli italiani votare il male minore e non qualcuno che li rappresenti veramente, qualcuno in cui ripongono veramente fiducia..
     
    ci vuole un cambiamento radicale..
     
     
    destra e sinistra sono due faccie diverse della stessa merda [cit]
    e su questo siamo tutti d\’accordo
    ma il punto è
    qual\’è la merda meno puzzolente?
    ma perchè non ribellarci, fare una sorta di spedizione dei mille a Roma, e manifestare il nostro disappunto?
    no perchè da quello che ho potuto sentire nessuno sa chi votare, perchè nessuno si sente rappresentao da nessuno..
    e molti a votare non ci andranno..
    perchè votare per forza il male minore??
     
    si ok.. lo so… vivo in un mondo di utopia..
    vabè.. mi sa che voto Antonio..
    al massimo scriverò "privilegiati del cazzo, io voto Alvin super star rock\’n roll.. jatevinne ara casa!"
    no vabè
    ultima cosa…
    ma perchè Silvio non se ne va in pensione??
    no perchè mi chiedevo.. va che vince torna lui… e  siccome è vecchio, va che tra due anni muore.. dobbiamo andare di nuovo a votare???
    che io mi sono rotta le palle di votare
     
     
    vado a mangiare i bastoncini findus
    cià

  7. Rudy ha detto:

    Solo una precisazione per miroslav.purtroppo di pietro aveva gia kiesto di fare il guardasigilli.ma c è il veto dell anm,quindi nn puo andarci.poi da giurista mi spiegherai perchè viene indagato de magistris e di pietro non lo voglion tra i piedi perchè io francamente non lo capisco o almeno spero di nn saperlo.
    ps vi consiglio il video di italian job sul sito di la7,un ulteriore conferma dello "Stato" in cui viviamo
    pps x vins,anke se nn èpertinente x 1 volta fammi dire never walk alone(x quanto io odi il liverpool)

  8. Manuela ha detto:

    CONDIVIDO PIENAMENTE LE TUE IDEE…SPERIAMO DI VINCERE… :)…IO VOTERò DA BRAVA CITTADINA RESPONSABILE…SPERIAMO CHE VELTRONI SAPPIA TRASMETTERE,IN QUESTI MESI,POSITIVITà E CHE IN MOLTI ADEMPINO AL LORO DOVERE CIVICO.
    CIAO CIAO

  9. Gege ha detto:

    Berlusconi candidato per l\’ennesima volta…beh non è che Veltroni sia proprio un volto nuovo della politica…detto questo: se fossi di sinistra voterei sicuramente più a sinistra del PD. Il PD se vince le elezioni il giorno dopo s\’inciucia col PdL, e viceversa…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...