“Lungi da me Satana” (cit.)

 

 

Riprendo un discorso che a quanto pare ha avuto molto successo, soprattutto tra i miei amici: La religione. Ieri ad una mia amica è stata detta questa frase: " Se non ascolti il Papa non credi". Io ho riso ascoltando questa botta di ignoranza. Ma al riso è seguita una fase di "inacidamento"(parola ricorrente nel mio dizionario) perchè questa è la convinzione di molta gente. Forse sono le mie idee che, abbandonando l’ortodossia cattolica, sono nel torto ma asserire che la divergenza di opinioni con il pontefice vuol dire non credere è per me un’offesa. Leggendo questo post vi prego di non pensare alle ultime vicende politico/religiose che hanno scaldato l’opinione pubblica, questo è un discorso più ampio. "Quello a cui credo" è una religione dove nessuno può proferire parola che sia verità assoluta se non Dio. Questo è un punto fondamentale: io non credo nel Dogma dell’infallibilità del Papa. Sia chiaro, non mi sono alzato una mattina e ho deciso di non credere a questo dogma(precisazione: dogma è un principio a cui si deve credere senza porre dubbi, posto dalla chiesa e non da Gesù Cristo) ma è dovuto alla mia lettura delle scritture. Leggendo la Bibbia mi sono accorto di un migliaio di cose che non erano giuste eppure sono la regola nel Cattolicesimo. Questa è tra le più importanti. Vi invito a leggere Mt 16, 13-20 e subito dopo Mt 16, 21-23. Il primo versetto è famossisimo e lo avrete sentito migliaia di volte: Gesù dichiara il primato di Pietro e afferma che su di lui avrebbe costruito la sua Chiesa. Diciamo che è il punto esatto dove prende l’autorità la chiesa. Ora leggete il secondo versetto. Non è lontano, è quello subito dopo ed è un verso che forse non avrete mai sentito. Vi salterà subito agli occhi la frase che Gesù dice a Pietro: "Lungi da me Satana, tu mi sei di scandalo perchè non pensi secondo Dio ma secondogli Uomini"….cioè….Pietro che poco prima era stato eletto simbolicamente capo degli apostoli ora è strumento del Demonio?! E soprattutto…..pensa secondo gli uomini e non secondo Dio??!!! Queste sono parole di Gesù e solo uno sciocco non troverebbe un parallello con la storia. Questo non delegittima il primato di Pietro e quello che Gesù gli affida nel primo versetto ma deve far capire che non vi è una divinizzazione delle opere di Pietro. Quindi come afferma Gesù in Mt 23 1-12 bisogna seguire cioè che viene indicato dalla chiesa ma non fare secondo le sue opere, questo mi spinge a capire che bisogna avere un occhio critico e non perdere mai di vista le indicazione di Gesù, non quelle di Pietro. Pietro è un uomo e nelle scritture dimostra in pieno la sua "fallibilità": quando pensa secondo gli uomini, quando non ha fede e rischia di annegare e infine quando rinnega Gesù tre volte. L’autoreferenzialità della chiesa cattolica è contradetta dal Vangelo. Sono uomini e come tali hanno sbagliato, sbagliano e sbaglieranno.

Concludo ricordando nuovamente come queste cose siano frutto della lettura della Bibbia. Le mie sono opinioni, consigli ma io non sono nessuno per dire la verità. Deidico questo a Vito che dopo le cose che gli ho detto si è convertito e addirittura mi vuole come confessore(oddio :D). Leggi sempre le scritture perchè li bisogna cercare la verità e solo lì c’è la risposta alle domande.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cose serie...penso. Contrassegna il permalink.

7 risposte a “Lungi da me Satana” (cit.)

  1. Giuseppe ha detto:

    Ma che sta succedendo ultimamente? Sembra che la gente (quanto meno quella che conosco io) stia vivendo una crisi mistica di proporzioni bibliche (mai aggettivo fu più azzeccato :D) e soprattutto vanno tutti da Vi e lo vogliono tutti come confessore. Citando la conversazione che abbiamo avuto ieri sera, tutti chiedono che lui salvi le loro anime, ma alla sua chi ci pensa? Ci penso io cuginetto, ghe pensi mi…. Inutile dire che confermo e sottoscrivo quanto scritto dal mio cuginetto, in quanto la penso allo stesso modo, certo, io non conosco le sacre scritture come lui, anzi le conosco proprio poco, ma sono giunto alle stesse conclusioni studiando un pò di storia e soprattutto la filosofia. Quest\’ultima mi ha permesso di sviluppare un senso critico, necessario per affrontre la fede nella maniera che ritenevo più giusta per la mia persona, e soprattutto la lettura, ed aggiungo anche l\’interpretazione, di quello che sono le sacre scritture. Io è già un pò di anni che ho queste idee, da un pò prima che le sviluppasse anche Vi, mi ricordo a questo proposito una discussione avuta in famiglia riguardo questi argomenti, in cui mi resi conto che non ero più da solo a pensarla così :D. Molte volte infatti mi viene rinfacciato di non credere in quanto non sono un frequentatore assiduo della messa (e questo è un errore, lo ammetto) ma soprattutto di non essere credente in quanto non ripongo fiducia nell\’istituzione Chiesa. E\’ proprio quì l\’errore, molta gente confonde l\’aver fede con l\’aver fiducia nella chiesa, io credo in Dio, ma non credo nei dogmi imposti dalla chiesa, si perchè si parla di imposizioni, da parte di una istituzione che metteva al rogo la gente che non la pensava secondo i sui crismi.Un\’altro errore che si commette molto spesso in questi casi è quello di non pensare con la propria testa, abbiamo questo grande dono che ci distingue dal resto degli esseri viventi presenti su questa terra, USIAMOLO!!!! Leggiamo, informiamoci, e ragioniamo su quello che ci dicono e quello che vediamo, nella vita, sul lavoro ed in tutte le cose, e a maggior ragione nella lettura delle sacre scritture perchè in questo caso è importantissima l\’interpretazione delle stesse ed il ragionamento che ne consegue. Non facciamoci dire dagli altri cosa pensare, mai…

  2. Vincenzo ha detto:

    Si salva la mia povera anima tormentata cugino 😀 Oggi anche a mensa ho parlato di questo, si è avvicinato uno che si è detto Ateo….pam è partita la discussione. Ormai è deformazione professionale 🙂

  3. STEFANIA ha detto:

    TI POSSO NOMINARE UFFICIALMENTE MIO GURU PERSONALE??!! ;P
     
    CMQ NON POTEVI ESPRIMERE CONCETTO MIGLIORE…
    COME QUELLI CHE SE NE VENGONO DICENDO:"SE NON VAI IN CHIESA ALLORA NON SEI UN BUON CRISTIANO"
    IO QUEL CHE SO E\’ DI SENTIRE DIO DENTRO…E POI SE NON VADO IN CHIESA FINGENDO DI ESSERE UN BUON CRISTIANO CHE ASCOLTA LA DOGMATICA PAROLA DEL PADRE ALLA DOMENICA…NON CREDO CHE PER QUESTO CROLLINO I MIEI VALORI INTERNI O IL MIO CREDER IN DIO…SO CHE C\’E\’…
    MA NON SOPPORTO STEREOTIPARMI ALLA GENTE CHE,CON TUTTO IL RISPETTO,PIU\’ CHE C\’E\’ CI FA…
    CERTO,BASTA AVVICINARSI ALLA MENSA DI DIO,RICEVERE IL CORPO DI CRISTO,E CON IL SORRISO E L\’ARIA SODDISFATTA DIRE:"CHE GRAN PERSONA CHE SONO…UN VERO CRISTIANO MODELLO"!!!..
    E POI CHISSA QUALI RANCORI,IDIOZIE E DICIAMOLO PURE,STRONZATE COVARE DENTRO DI SE?!!!
    MA NO,L\’IMPORTANTE E\’ CURARE LA FACCIATA,L\’ESTERIORITA\’…(CM HO ANCHE DETTO NEL MIO POST,RITORNO A CONCORDARE CON G.B.VICO CON I CORSI E RICORSI STORICI…RITORNA IL CD. "PERBENISMO" DI UNA CULTURA BORGHESE OTTOCENTESCA"… O FORSE NON L\’ABBIAMO MAI ABBANDONATO.
    COSI SCRIVEVA PIRANDELLO:
    La nostra vera personalità, il nostro volto rimangono soffocati sul nascere da una maschera che gli altri ci impongono dall\’esterno e in base alla quale noi viviamo; la società ci coarta con i suoi pregiudizi e le sue consuetudini, che finiscono per inaridire lo slancio vitale o per fare di noi personalità schematizzate ,senza volto. Così conformato l\’uomo non ha neppure la possibilità di conoscere se stesso :spesso infatti si sente mosso nell\’agire da forze misteriose, incontrollate, che provengono dal suo subcosciente: è la vita che pulsa e ribolle sotto la maschera nel tentativo di erompere. Ciò che conosciamo di noi stessi  non è che una parte di quello che noi siamo.
     
     

  4. Francesco ha detto:

    Carissimo VIncenzo, ho letto il tuo intervento e sicuramente sembrano essere le anzie di colui che è in ricerca di alcuni chiarimenti per quanto riguarda il rapporto fede ed  istituzione Chiesa, come tu sai alla chiesa è stato affidato il compito di custodire le scitture ed interpretarle…Come prima cosa da quanto ho letto sembra che non hai chiaro il concetto di infallibilità per quanto riguarda il papa il papa venne dichiarato infallibile nel concilio Vaticano I con il decreto conciliare PASTOR ETENUS che ti invito a leggere dove dice che il papa è infallibile quando parla in materia di fede e di morale ex- cattedra, qundi quando lo esplicità e nella storia della chiesa solo una volta è successo quando ha proclamato il dogma dell\’assunta…Certamente nella società di oggi il papa è visto come un uomo arratrato in quanto a nessuno viene riconosciutà l\’autorità di affermare valori etici e morali e quando qualcuno lo fa non viene apprezzato…causa del RELATIVISMO…diciamo che Benedetto non ha paura di annunciare la verità e questa sua fermezza è da scomodo a molti…comunque ricordati che il capo capo della chiesa è CRISTo il papa è solo uil suo vicario in terra dove è chiamato ad organizzare e gestire la chiesa di Cristo la quale è santa e peccatrice in continua purificazione CFR Gaudium et Spes…il papa è un omo come tutti gli altri quindi peccatore…ma sulla via della SANTITA\’….Penso di essere stato esaustivo
     

  5. Vincenzo ha detto:

    Ciao Francesco, scusa il ritardo ma ho avuto qualche problema in questi giorni. Le tue parole danno conforto perchè esponi un pensiero che mi appartiene. Purtroppo avvolte, nella realtà moderna e nella storia, questo pensiero, ahimè, non trova conferma. Forse il discorso dell\’infallibilità non centra ma è sicuro che l\’autorità papale è stata usata dal pontefice e, molto più spesso, da persone che hanno voluto rinforzare la loro posizione con l\’appoggio, reale o fantomatico, del vaticano per scelte discutibili. Scelte politiche la maggior parte delle volte ma spesso anche spirituali. Tu mi dici che non vi è un sigillo di sacralità, tranne il caso dell\’assunta, ma in tante altre cose sulle quali la chiesa esponeva il proprio giudizio venivano a trovarsi in una situazione "pseudodogmatica" ovvero, in parole povere, era/è difficile contraddire l\’opinione della Chiesa in quanto opinione sacra e quindi riferibile a Dio. Io sono convinto che sia un errore culturale, quindi della gente che ripone una fede sbagliata e non della chiesa ma spesso questo errore è stato sfruttato in maniera non giusta

  6. Mauri ha detto:

    Quel “lungi da me” in greco è “torna dietro a me”, cioè è come se Gesù
    dicesse: “sono io il capo, tu seguimi e non pensare che io debba
    condurre la mia missione in base a quello che secondo te dovrebbe fare un messia”. La frase è un richiamo alla sequela.Nel primo caso Pietro ha parlato a seguito della rivelazione del Padre,  nel caso sopracitato ha parlato secondo quanto gli hanno rivelato la carne ed il sangue…E\’ facile comprendere che Pietro non è stato divinizzato e connesso virtualmente, per ogni cosa che fa e che dice, con il Padre…Pietro rimane uomo e viene assistito da Dio esclusivamente nella sua missione di conferma dei fratelli nella fede…Rimando al dogma dell\’infallibilità ogni approfondimento.Mauri

  7. Vincenzo ha detto:

    Ciao Mauri. Grazie della precisazione. Sono sempre stato interessato alle possibili ulteriori traduzioni della Bibbia (come nel famoso caso del "cammello nella cruna dell\’ago"). Devo essere sincero, mi sembra strana la cosa. Perchè tu dici che il "lungi da me" è da tradurre con "torna dietro a me" e ok, ma la parola Satana? Io penso che sia difficile sbagliare la traduzione di Satana(cosi in questo frangente Gesù chiama Pietro) e a quel punto verrebbe fuori un "torna dietro a me Satana" che suona un\’attimino strano. Comunque, il tratto fondamentale del versetto è:"tu mi sei di scandalo perchè non pensi secondo Dio ma secondogli Uomini" che racchiude tutto il discorso che faccio io e quello che avete sostenuto anche tu e Francesco. Gesù lo dice quasi con rabbia ed è l\’opposto dell\’emozione che provava nel versetto prima.
     
    Cmq Mauri se hai un contatto, un blog o cose tue che poui madarmi le leggo con piacere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...