Solite notizie da uno Stato Fascista

Mentre il governo Prodi è immobile, per demeriti propri ma soprattutto a causa della legge elettorale del centro destra che ha reso possibile l’ingovernabilità della nazione, sta fiorendo una bella e sana mentalità fascio-confessionale. Chi mi conosce sa quanto sono credente ma saprà anche che la mia fede mi ha portato a non sopportare degli aspetti della Chiesa. Questo perchè nelle scritture non vedo niente che giustifichi certi modi di fare di pensare e di agire. Non approfondisco perchè dovrei iniziare una discussione teologica che ora non mi interessa. So solo che i cosidetti cattolici stanno privando la nazione di provvedimenti civili(vedi pacs) e ne mettono indubbio altri(vedi richiesta di "rivisitazione" della legge sull’aborto). In più gli uomini di destra, paladini del pensiero "cattolico" per ingraziarsi la Chiesa, sempre più asfissiante negli affari dello Stato, sono sempre i primi a dare il cattivo esempio. Iniziamo da Berlusconi che oltre ad essere divorziato e risposato dà sempre l’idea del non perfetto padre di famiglia(vedi lettera di Veronica Lario). Casini si è appena risposato. Niente da eccepire se non fosse, lui, l’instancabile difensore del matrimonio cattolico(che per chi non lo ricordasse non prevede divorzio). Nel partito del buon Casini c’era fino a ieri un certo Mele, firmatario di provvedimenti per la famiglia e contro la droga. Sapete che fine ha fatto? E’ stato cacciato per aver fatto un festino con qualche prostituta e con un po di coca. Per sua sfortuna è stato beccato. In questi giorni per finire si è saputo che la nuova compagna di Fini, compagna per la verità non ancora ufficializzata(guarda un po), aspetta un figlio. Ma dai? Ma chissà perchè? E’ il matrimonio sacro davanti a Dio? Oggi, inoltre, sul blog di Grillo c’è la notizia dell’uccisione in carcere di Aldo Bianzino. Bianzino era in carcere perchè nel suo orto coltivava delle piantine di cannabis. Qui magari non si è tutti daccordo ma se davvero la quantità è per uso "domestico" e non, come dice la cassazione(vedi post di grillo), "in senso tecnico-agrario ovvero imprenditoriale" il carcere è ingiusto e sproporzionato. Comunque lui in carcere ce lo hanno mandato e a quanto pare qualche guardia, magari nostalgica del periodo fascista o magari invidiosa dei colleghi di guantanamo, ha ben pensato di uccidere di botte Bianzino. Questa faccenda mi ricorda quella di Federico Aldrovandi. Se non sapete chi è costui vi prego di documentarvi su di lui e sul suo barbaro omicidio. Non so voi ma i rigurgiri fascisti mi fanno schifo e purtroppo il puzzo che emanano si sente eccome.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cose serie...penso. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...