Per colpa del sole e del vento, forse

Mancano solo due giorni e andrò via di qui. Partirò dalle terre lucane per raggiungere le sponde del tevere, la città eterna. Roma mi aspetta lì, tra le sue meraviglie, tra i suoi inqualificabili meandri dove il perdersi e cosi meraviglioso. Mi aspetta tra i suoi gioielli e le sue nefandezze, tra la vita e il suo sano tocco d’oblio. Poco fa mi sono seduto fuori: è una giornata splendida. Un sole brillante e un leggero vento primaverile. Avvolte non so cosa è meglio: Stare a Roma, questa città dove c’è il Tutto, o stare qui dove c’è…..non so che c’è, forse niente. Prima ero seduto tra il sole e il vento e sarei voluto rimanere lì per sempre. Non so come descriverlo. Non conosco le parole. Potrebbero dirmi di tutto"Ma qui non c’è vita nelle città c’è""Qui c’è desolazione invece in città puoi trovare tutto""Cosa ti porta a tornare sempre qui, cosa ti fa amare questo posto dimenticato da Dio anche più di Roma?" Non lo so….non so rispondervi. Mi piacerebbe saperlo. So solo che c’è qualcosa che mi stringe l’anima e mi rapisce il cuore. Lo sento. Lo respiro nell’aria. Mi brucia nelle vene. Eppure, per quanto mi sforzi, non so che nome darli
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in riflessioni. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Per colpa del sole e del vento, forse

  1. Miriam ha detto:

    finalmente te ne vai!

  2. Vincenzo ha detto:

    zitta crotonese.-.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...