Dolce nuovo delirio e Anatema

Dolce nuovo delirio

 

Inverno silenzioso e arrogante

Polmoni, mani e piedi congelati

Nebbia gracile e pioggia tagliente

Stiamo morendo amore stiam morendo

…o forse è solo tutto il contrario?

La campagna lombarda scorre mesta

Vite fiere in anonime auto scure

Luci malinconiche d’ una città

Che non s’ arresta nella fame di verde.

Come è lontana la mia anima

Solinga vela nel mare lontano.

Eppure s’ erge come baluardo

Il ricordo di questi giorni freddi

Freddi come  lo è il vento pavese

Ma per me caldi come sole romano

 

Il sapore del tuo piacere

Mi assale ancora le labbra

Come fosse marchio a fuoco

Lo porto come dolce condanna

 

 

 

Anatema

 

Ispidi momenti invernali

chiari rigurgiti estivi

stormi indomiti  verso l est

insulse piogge  di cemento.

Crescono ancora le ghirlande,

più forti delle intemperie

e del  cielo rosso a ponente.

Ma siam degni di questo cielo?

E di vivere al suo cospetto?

Brulicanti come formiche

malefici come vipere

siam maestri nell’ espediente

signor dell’ altrui intercedere.

Si passi in silenzio l infamia

e si urli forte la lode.

Oh atei e miscredenti

oh fanatici e asceti

figli d’un unico demonio.

Derelitti stolti e ciechi.

Mettete a bando la pazzia

lodate l’iniquità vostre.

Noi invece così diversi,

lacrime amare come emblema

e il capo chino da sconfitto

ci distingue durante il viaggio.

Ahimé povera anima persa,

ahimé solingo raggio di sole.

Sei un guerriero abbandonato,

una nave nella tempesta,

una stella nell oblio.

Ma allora splendi ti prego

luce gagliarda e serena,

luce coraggiosa e viva.

Brilla ancor più forte del nero,

brilla come dolce vittoria.

Orsù dolce luce brillante

ardi come fossi fuoco

e come una dolce speranza

illuminerai a giorno l’oblio

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Poesie. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Dolce nuovo delirio e Anatema

  1. Patrizia ha detto:

    ciao!sono praticamente scomparsa…ma a roma non ho internet!ora t scrivo dall\’uni…ecco dove fisùniscono i soldi delle tasse!

  2. Patrizia ha detto:

    ancora io…sono tornata a casa stasera e sono gia al computer…ma non durerà!Tra qualche giorno mi aspetta materiali…sigh!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...