Ancora una volta notte, La città della nebbia, Nuovo delirio

Allora, queste sono tre poesie che ho scritto ultimamente. La prima l’ ho scritta pensando ad un poeta(vero poeta) che scrive su dartagnan che ora dovrebbe essere in messico a gestire un pub e che non sento da tanto(noterete che anche in questa poesia parlo di notte. E’ un tema che a quanto pare mi appassiona). La seconda è quasi la cronaca del mio ultimo viaggio a Milano e nella "città della nebbia". La terza l’ ho scritta oggi.

 Ancora una volta notte…….x clandestino

 

Le urla di una notte lontana ti seducono ancora amico?

Le rime scambiate come bene prezioso

appoggiati ad uno spicchio di luna

mi commuovono ancora.

Le parole pesanti come pietre antiche

rimbombano tra i sensi e i ricordi.

Docili scritte testimoni di una passione

ardente che ci brucia

e ci guida tra strade impervie e nascoste.

Mi brucia dentro qualcosa a cui

non riesco a dare un nome

Mi arde dentro come un volto

dai lineamenti vacui.

Seduto qui vittima di un altra notte

Come tra le braccia di una donna sconosciuta

Perdo di nuovo contro il cielo nero

Perdo di nuovo contro una fiamma

che inestinguibile mi consuma.

Amico…

Le urla di una notte lontana ti seducono ancora?

 

La città della nebbia

 

I tuoi occhi lucenti come antares e aldebaran

Le tue carezze silenziose come un ricordo lontano

La città della nebbia, ora, è una fiamma lucente

Splende rabbiosa tra i banchi di nebbia

Porto con me i baci dati sui flutti del ticino

Gli abbracci dati per sentire meno freddo

Porto con me la voglia di tornarci

Per rivedere nuovamente la solita

Incandescente fiamma

 

Nuovo delirio

 

Vivremo per sempre!!!

L’ infinito si inginocchierà al nostro cospetto

gli anni ci oltrepasseranno inermi

io e tu

tu e io

figli illegittimi di un sole comune

guerrieri feriti ma armati per una nuova battaglia.

Al nostro cospetto si fermeranno le stagioni

l’ inverno ci chiederà di poter far freddo

l’ estate si preoccuperà di non opprimerci con il caldo.

Vivremo per sempre!!!

oltre le colline all’ orizzonte ci ritroveremo

a ballare canti sconosciuti

ad amarci incoraggiati dal vento

vivremo per sempre!!!

anche oltre i mari mai solcati

su spiagge mai conosciute

Vivremo per sempre!!!

al ritmo del vento

baciati dal sole

amati dalla notte

Vivremo per sempre

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Poesie. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Ancora una volta notte, La città della nebbia, Nuovo delirio

  1. Alessandro ha detto:

    Ciao Vince,
    grazie di essere passato per il mio blog! Ho pubblicato la poesia del Melanzo perchè mi è piaciuta molto, cmq ho chiesto il permesso eh sono a posto con i diritti d\’autore 😀
    Presto pubblicherò anche i miei racconti!
    Complimenti per il tuo blog e per le poesie, mi sono piaciute molto!
    Ripassa quando vuoi sei il benvenuto. A presto
    Alessandro
     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...